sabato 8 dicembre 2007

08.12.07 Il Mozambico torna al DDT

Mentre è in corso una campagna nazionale per censire e poi smaltire tonnellate di pericolosi pesticidi scaduti, il governo ha deciso di acquistare 900 tonnellate di DDT in nome della lotta alla malaria. Negli ultimi 40 anni, 50 mila tonnellate di prodotti chimici scaduti hanno contaminato decine di migliaia di ettari sul continente africano. In Mozambico la quantità di insetticidi, erbicidi e fungicidi scaduti viene stimata attorno alle 600 tonnellate. La notizia dell’acquisto, da parte del Ministero della Sanità dello Stato africano, del DDT ha suscitato le preoccupazioni delle organizzazioni internazionali presenti sul territorio. Il DDT è considerato un “inquinante organico permanente” e quindi è vietato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità sin dal 1972.
Il ministero ha acquistato l’insetticida da società cinesi e indiane con fondi della cooperazione statunitense.

1 commento:

lacri ha detto...

Ammazza la vecchia* col Flit!

*vecchia: da leggersi come "Africa"