mercoledì 28 novembre 2007

28.11.07 Misna News

ONU: "AFRICA PAGA PREZZO DELL'INQUINAMENTO PRODOTTO DAI PAESI RICCHI"
Saranno l'Africa subsahariana e le regioni più povere dell'Asia a pagare i costi del surriscaldamento del pianeta causato in primo luogo dall'emissione di gas nocivi da parte delle nazioni ricche: lo scrive il Programma per lo sviluppo dell'Onu (Undp/Pnud) in un suo rapporto pubblicato oggi e dal titolo "Lotta al cambiamento climatico: solidarietà umana in un mondo diviso". Analizzando la situazione attuale dei due miliardi e mezzo di persone che vivono con meno di due dollari al giorno, gli autori del rapporto evidenziano i meccanismi attraverso i quali l'impatto ecologico del cambiamento climatico interesserà sempre più i poveri, identificando in particolare le seguenti minacce: siccità e irregolarità delle piogge lasceranno malnutriti 600 milioni di persone delle aree semi-aride dell'Africa sub-sahariana, che si trovano già al limite della sopravvivenza oggi; quasi due miliardi avranno grossi problemi nell'approvvigionamento di acqua entro il 2080, con il sud dell'Asia e il nord della Cina che saranno teatro di grossi dissesti ecologici; alluvioni e tempeste tropicali metteranno a rischio la vita di milioni di persone, in particolare in Bangladesh, Vietnam ed Egitto; le aree malariche potrebbero estendersi e riguardare 400 milioni di persone. "Carestie, alluvioni e tempeste - dice l'Undp nella nota di presentazione del rapporto - diverranno più frequenti e intensi con il surriscaldamento del planeta, ma sono già tra i più potenti vettori di povertà e ineguaglianza e il cambiamento del clima non farà altro che amplificare la portata". Nel rapporto viene riferita anche una possibile e parziale soluzione: "I paesi sviluppati dovrebbero ridurre l'emissione di gas nocivi dell'80% entro il 2050 rispetto ai livelli del 1990; i paesi in via di sviluppo del 20%".
[GB]

1 commento:

CresceNet ha detto...

Oi, achei seu blog pelo google está bem interessante gostei desse post. Gostaria de falar sobre o CresceNet. O CresceNet é um provedor de internet discada que remunera seus usuários pelo tempo conectado. Exatamente isso que você leu, estão pagando para você conectar. O provedor paga 20 centavos por hora de conexão discada com ligação local para mais de 2100 cidades do Brasil. O CresceNet tem um acelerador de conexão, que deixa sua conexão até 10 vezes mais rápida. Quem utiliza banda larga pode lucrar também, basta se cadastrar no CresceNet e quando for dormir conectar por discada, é possível pagar a ADSL só com o dinheiro da discada. Nos horários de minuto único o gasto com telefone é mínimo e a remuneração do CresceNet generosa. Se você quiser linkar o Cresce.Net(www.provedorcrescenet.com) no seu blog eu ficaria agradecido, até mais e sucesso. If is possible add the CresceNet(www.provedorcrescenet.com) in your blogroll, I thank. Good bye friend.